TARANTO C5:COL FUORIGROTTA NON BASTA UN GRAN PRIMO TEMPO.

Palafiom ancora amaro per il Taranto C5 che non riesce a trovare i suoi primi punti tra le mura amiche, non riuscendo a bissare il prezioso successo ottenuto a Polignano nell’ultima giornata di campionato.
Ad ottenere il successo è il Fuorigrotta, quarta forza del campionato che ottiene il secondo successo a Taranto sette giorni dopo aver trionfato in Coppa di Lega.
Il Taranto, orfano di Mister Susco appiedato dal giudice sportivo, parte in sordina. È il Fuorigrotta a passare dopo appena 38 secondi sugli sviluppi di una rimessa laterale corta concretizzata da De Simone che comincia il suo show personale.
Il Taranto ci mette un pò a carburare ma dal quinto minuto alla fine della prima frazione sfodera una prestazione da categoria superiore. I rossoblu cominciano a pressare a tutto campo e dopo numerose occasioni arriva il gol del pareggio con Bottiglione che sfodera un sinistro di rara potenza che batte Torre, protagonista in precedenza di un doppio intervento strepitoso.
Il Taranto galvanizzato dal pareggio insiste e trova il meritato vantaggio con un gol di pregevole fattura di De Risi che scavalca il portiere con un pallonetto. Fuorigrotta frastornato e Taranto epico. Bottiglione realizza il 3-1 su tiro libero e De Risi spreca il gol del 4-1 allo scadere della prima frazione durata ben 47 minuti!
Nel secondo tempo entra in campo un altro Fuorigrotta che accorcia dopo pochi secondi con De Simone e riagguanta il risultato subito dopo con un gol da cineteca ancora di De Simone che vale il prezzo del biglietto.
Dopo il pareggio comincia a regnare l’equilibrio che si rompe con il gol del vantaggio del Fuorigrotta che effettua il sorpasso a 13 minuti dalla fine con il poker di De Simone.
Il Taranto riesce a riorganizzarsi e prova disperatamente a pervenire al pareggio. De Simone( stavolta protagonista in negativo) viene espulso per il Fuorigrotta ma il Taranto non riesce a sfruttare la superioritá numerica. Nel finale è il portiere partenopeo a salire in cattedra con 4 interventi salva risultato, negando ai padroni di casa un pareggio che sarebbe stato sicuramente il risultato più giusto.
I calciatori rossoblu escono ancora tra gli applausi del pubblico amico, consapevoli che bisognerá lottare a denti stretti per ottenere la salvezza alla luce dei risultati pervenuti dagli altri campi. Ma il Taranto visto oggi al Palafiom ha dimostrato che può giocare alla pari con tutte.
Ora doppio impegno contro le capoliste Marigliano e Sandro Abate, impegni sulla carta proibitivi, ma coi rossoblu visti oggi nulla è precluso.

Precedente TARANTO C5: STESSO POSTO... STESSA AVVERSARIA! Successivo Taranto C5: esame difficilissimo nella tana della capolista.